giovedì 29 agosto 2013

Avvistati...

...in Doctor Who

Una delle nostre attività preferite? Lo spionaggio delle copertine dei libri. Noi siamo sempre attente agli involontari consigli che gli altri lettori elargiscono perché, chissà, magari potremmo scovare qualche titolo che ci era sfuggito. Da qui l’idea di questa rubrica: se siete a caccia di libri, qui potreste trovare ciò che state cercando.


Grazie al consiglio di un'amica, ho iniziato a guardare Doctor Who e non mi sono più fermata. Credo che sia più o meno questo il destino di chi conosce il Dottore… si diventa ossessionati. No, no. Dico sul serio.
Cooomunque, tornando a noi, guardando DW ho pensato a noi bookaholic in due occasioni. In un episodio il Dottore ci porta in un'enorme biblioteca, così grande da non aver bisogno di un nome: è soltanto "La Biblioteca". E contiene ogni libri che sia stato scritto. Un sogno.

mercoledì 28 agosto 2013

Shadowhunters. Città di vetro

Cassandra Clare

Titolo: Città di vetro
Titolo originale: The Mortal Instruments. City of Glass
Autore: Cassandra Clare
Traduttore: Maria Cristina Leardini
Editore: Mondadori
Prima edizione italiana: 1 settembre 2009
Prima edizione: Margaret K. McElderry - 24 marzo 2009
Pagine: 566
Prezzo: Rilegato - € 18,00


martedì 27 agosto 2013

Siamo Giunti a settembre

Buonasera, Viandanti!
Le vacanze sono ormai finite (sigh), si ritorna tra i banchi o a lavorare (ultrasigh!), ma ci sono anche notizie che tirano su il morale. In particolare, se siete appassionati della saga di Josephine Angelini, troverete queste date molto interessanti, perciò segnatevele!

L’autrice di Starcrossed arriva infatti in Italia e ci sono alcuni appuntamenti da non perdere se siete suoi fan:

MILANO – INGRESSO GRATUITO:
Mercoledì 4 settembre 2013, ore 18:30 - firmacopie presso la Libreria Mondadori in Via Marghera 28, 20149, Milano Tel. 02/480471

MANTOVA – INGRESSO A PAGAMENTO (Euro 4,00)
I biglietti saranno in vendita dalle ore 9 di venerdì 30 agosto sul sito del Festival o presso la biglietteria.
Scarica il programma completo a questo link. Alla fine dei suoi incontri Josephine si tratterrà per firmare le copie dei suoi romanzi. Ecco le date in cui potrete trovarla:

Venerdì 6 settembre alle ore 17.30 in Piazza Virgiliana (sarà presente oltre all'autrice, Fabio Geda)

Sabato 7 settembre alle ore 11 nell'Aula Magna Isabella d'Este (saranno presenti oltre all'autrice, Luisa Mattia e Chiara Codecà).

Io, purtroppo, non ho avuto ancora occasione di leggere i suoi libri, perciò chiedo a voi. Conoscete la serie? Me la consigliate?

Alaisse

Agosto col bene che ti voglio...

Sì, era luglio. Ma davvero vi importa? Io preferisco agosto. Anzi, amo agosto: è il mese delle vacanze, il mese in cui sono nata e anche il mese in cui si inizia a parlare delle uscite di settembre.
E mi sembra più che giusto farlo dal momento che ci sono alcuni titoli che hanno attirato la mia attenzione.

Scommetto che nessuno di voi ha delle difficoltà a riconoscere questa –oggettivamente- bella ragazza. Emma Watson, proprio lei che una volta era "solo" Hermione Granger (e lo rimarrà nei cuori di molti), sarà una delle protagoniste del film Bling Ring.
Non ho problemi ad ammettere che mi sono interessata al film (in uscita nelle sale italiane il 26 settembre) solo per la sua presenza nel cast ed è per lo stesso motivo che ho drizzato le antenne alla pubblicazione del romanzo omonimo.

Titolo: Bling Ring: La gang di ragazzini che ha fregato Hollywood e sconvolto il mondo
Titolo originale: The Bling Ring: How a Gang of Fame-Obsessed Teens Ripped Off Hollywood and Shocked the World
Autore: Nancy Jo Sales
Editore: Sperling&Kupfer
Prima edizione italiana: 10 settembre 2013
Prima edizione: HarperCollins 23 maggio 2013
Pagine: 304
Prezzo: € 16,90

Paris Hilton, Lindsay Lohan, Orlando Bloom, Kim Kardashian: tutti sono finiti nel mirino della gang che per un anno ha saccheggiato le ville dei famosi di Hollywood, raccogliendo un bottino di più di tre milioni di dollari. Dietro questi furti c’era un insospettabile gruppo di adolescenti: belli, ricchi e popolari. Ma non abbastanza. Spinti dal culto della celebrità, quattro ragazze e tre ragazzi hanno monitorato i siti di gossip per sapere quando le residenze vip erano libere, si sono introdotti nelle case e hanno scelto i capi che preferivano. Il caso ha fatto parlare i media per settimane: perché teenager che avevano tutto sono diventati criminali? Lo hanno fatto perché ogni oggetto rubato li rendeva «come le star». E, in fondo, ci sono riusciti: una volta catturati non si sono pentiti, si sono goduti i flash dei fotografi, gli inviti esclusivi, un reality show. La giornalista Nancy Jo Sales è stata l’unica a incontrare e intervistare l’intera banda e in questo libro ricostruisce le storie personali, le motivazioni e le dinamiche malate che li univano. Uno sguardo sull’inquietante mondo giovanile di oggi, talmente ossessionato dai propri miti da dimenticare la differenza tra bene e male.

Accanto a questa pubblicazione più chiacchierata, ho posato gli occhi su altri libri.

Titolo: La galleria dei mariti scomparsi
Titolo originale: The gallery of vanished hubsbands
Autore: Natasha Solomons
Editore: Frassinelli
Prima edizione italiana: 3 settembre 2013
Prima edizione: Sceptre – 1 agosto 2013
Pagine:384
Prezzo: € 18,50

Juliet Greene è cresciuta nel Kent negli anni Quaranta secondo i crismi della figlia perfetta: mai un atto di ribellione, mai un gesto scomposto. Poi si è sposata negli anni Cinquanta e ha fatto le cose giuste per diventare una moglie irreprensibile, ordinata e obbediente. Però suo marito George, a un certo punto, svanisce nel nulla, e per la sua piccola, laboriosa e molto conservatrice comunità anche lei dovrebbe diventare invisibile. Soprattutto non dovrebbe avere niente a che fare con un altro uomo finché George non verrà rintracciato. Ma sono gli anni Sessanta, le ragazze indossano minigonne, i Beatles rivoluzionano la musica e si sente profumo di libertà. Così Juliet, il giorno del suo trentesimo compleanno, esce per acquistare un frigorifero, e finisce per regalarsi il ritratto che le fa un affascinante quanto alternativo pittore. È l’inizio di un’altra vita: colorata, stimolante, elettrizzante, psichedelica in un mondo fatto di arte, talento e uomini irresistibilmente pazzi. Per entrare a farne parte, però, Juliet deve sciogliere un ultimo nodo con il passato. Deve ritrovare il marito scomparso.

Titolo: L'isola senza nome
Titolo originale: Adé: a love story
Autore: Rebecca Walker
Editore: Frassinelli
Prima edizione italiana: 10 settembre 2013
Pubblicazione prevista: New Harvest – 29 ottobre 2013
Pagine: 168
Prezzo: € 17,50

Quando una ragazza americana di vent’anni decide di partire con un’amica per l’Africa, quello che immagina è una vacanza esotica e avventurosa: e infatti troverà ad accoglierla la straordinaria ricchezza dei paesaggi e l’inebriante intensità dei profumi. Quello che non poteva aspettarsi è l’incontro con l’amore, quello vero, totale e assoluto, con Adè, un intagliatore di legno. La ragazza si adatta subito alla scarsità di risorse dell’isola, alla lingua swahili e alla religione mussulmana. Adè vuole sposarla ma la tradizione impone che lui chieda la sua mano ai genitori. I due si recano quindi a Nairobi per ottenere il passaporto per gli Stati Uniti ma qui troveranno un’Africa differente, fatta di violenza e corruzione. E la ragazza si troverà costretta a rientrare negli Stati uniti. Molto più di una storia d’amore e molto più di un romanzo di viaggio, L’isola senza nome è la storia di una trasformazione: il ponte tra due mondi e due culture. Un romanzo indimenticabile e pieno di poesia, dove le parole sono come la vegetazione in Africa: scarse ma essenziali, vivide e impressionanti.

Titolo: I delitti delle sette virtù
Autore: Matteo Di Giulio
Editore: Sperling&Kupfer
Prima edizione italiana: 17 settembre 2013
Pagine: 350
Prezzo: € 12,90

Fede, speranza, carità, prudenza, giustizia, fortezza, temperanza. Nella Firenze del 1494 uno straniero arriva in città deciso a compiere una vendetta. È Rafael, un ragazzo di origine spagnola, che ha perso entrambi i genitori in un rogo dell’Inquisizione.
Nella città lo aspetta però un altro destino. Rafael si trova a essere il principale sospettato di una serie di delitti. Si tratta dei crimini commessi da un vero serial killer, che su ciascun corpo lascia una pergamena che cita le virtù teologali e cardinali. C’è un solo modo per Rafael di sfuggire alla cattura: trovare quel serial killer, che tutti hanno ribattezzato ‘Lo Sterminatore’.

Fatemi sapere cosa ne pensate!

Amaranth

lunedì 26 agosto 2013

Cool Book Covers #3

Questa è una rubrica interamente dedicata alle cover dei libri con il preciso intento di scovarne di uniche, incredibili e (possiamo dirlo?) fighe.
Non saranno necessariamente belle, non nel senso comune del termine almeno. Le cover, infatti, saranno scelte per la loro originalità: dovranno distinguersi, rompere gli schemi.


sabato 24 agosto 2013

83500

Michela Monti

83500 era nella mia wishlist da qualche mese e non appena l'ho acquistato, ha scalato tutta la lista dei libri da leggere: l'ho iniziato subito e in pochi giorni ho raggiunto l'ultima pagina. Oggi è giunto il momento di condividere con voi le mie impressioni.

Titolo: 83500
Autore: Michela Monti
Editore: GDS
Prima edizione: 2 ottobre 2012
Pagine: 280
Dimensioni file: 651 KB
Prezzo: ebook - € 1,02
Link d'acquisto

venerdì 23 agosto 2013

Avvistati...

...qua e là

Una delle nostre attività preferite? Lo spionaggio delle copertine dei libri. Noi siamo sempre attente agli involontari consigli che gli altri lettori elargiscono perché, chissà, magari potremmo scovare qualche titolo che ci era sfuggito. Da qui l’idea di questa rubrica: se siete a caccia di libri, qui potreste trovare ciò che state cercando.


Ne approfittiamo oggi per parlarvi dei libri che abbiamo avvistato qua e là: alcuni sul pullman (contorcendoci per leggere il titolo tra le mani del nostro vicino di posto) e altri persino a teatro. E noi che pensavamo di essere tra le poche a uscire con un libro anche per certe occasioni.

giovedì 22 agosto 2013

Tempest

Julie Cross

Lo scorso mese ho partecipato al GdL organizzato da Denise sul blog Reading is believing e con gli altri partecipanti ho letto Tempest di Julie Cross.
Non avevo particolari aspettative su questo romanzo e ho colto l'occasione per poterlo leggere senza rimandare all'infinito.

Mi chiamo Jackson e viaggio nel tempo.

Titolo: Tempest
Titolo originale: Tempest
Autore: Julie Cross
Traduttore: Laura Bortoluzzi
Editore: Fanucci
Prima edizione italiana: 3 novembre 2011
Prima edizione: St. Martin's Griffin/Thomas Dunne Books - Gennaio 2012
Pagine: 400
Prezzo: Rilegato - € 9,90

È il 2009. Jackson ha diciannove anni e vive con il padre nell'Upper East Side, particolare sufficiente a immaginare un ragazzo viziato e abituato a ottenere qualsiasi cosa voglia. In realtà questa è solo una parte superficiale della sua vita perché Jackson può viaggiare nel tempo e non è un passatempo o un potere come un altro.
Tanto per cominciare i viaggi nel tempo non gli permettono di modificare la storia. In più Jackson è capace solo di compiere dei mezzi salti, rimanendo in uno stato catatonico nel presente. Non me ne voglia nessuno, ma io me lo sono immaginato con la bocca aperta e un po' di bava... Insomma è imbarazzante.
Come ogni eroe che si rispetti anche Jackson ha un miglior amico, Adam. Non si sono conosciuti da molto, ma Adam è una spalla più che affidabile, oltre che un genio. Bisogna riconoscerglielo. Certo, studia Jackson come se fosse una cavia, ma…ehi, è per il bene della scienza!
Naturalmente Adam è l'unico a conoscere la capacità di Jackson, che cerca di tenere all'oscuro Holly, la sua fidanzata. Si trova con lei, quando due sconosciuti fanno irruzione nella camera della ragazza. Dopo una breve colluttazione, un proiettile colpisce Holly e Jackson compie involontariamente un salto nel tempo. Si tratta di un salto completo, che lo trascina e intrappola nel 2007.
Jackson può compiere solo dei mezzi salti nel passato e non riesce a tornare nel suo presente-futuro.
La permanenza forzata nel 2007, però, gli permette di scoprire alcuni particolari strani sulla propria vita. Il padre, per esempio, gli nasconde qualcosa, ma cosa? E chi sono quei due tizi che hanno ucciso Holly?
Vi lascio perfidamente con queste domande per parlarvi, invece, delle mie impressioni generali.
Inizialmente temevo che Jackson fosse un protagonista odioso e insopportabile, ma rivela, invece, una capacità introspettiva e riflessiva che lo rendono un ragazzo piuttosto maturo per la sua età. Particolarmente commoventi sono i suoi ricordi e gli incontri con Courtney, la sorella gemella morta nel 2005. Dolcissime le attenzioni per Holly007 (così chiamata per distinguerla da quella del 2009).
Ho adorato la Holly più piccola, che ho trovato più forte e determinata di quella del 2009. Forse è strano, ma è stata proprio questa la mia sensazione.
Al contrario, ho stravisto da subito per Adam. Sto sviluppando un'adorazione per i nerd, i bracci destri dei protagonisti: sono loro che, in un modo o nell'altro, li tirano fuori dai guai. Senza contare che Adam è disposto ad aiutare Jackson prima ancora di diventargli amico. Unico. *occhi a cuoricino*
Altro personaggio degno di nota è il padre di Jackson. Davvero misterioso. È impossibile tracciarne un profilo, fidarsi ed essere certi della fazione per cui gioca. Personalmente ho cambiato idea sul suo conto in continuazione.
Anche sugli altri personaggi è difficile avere certezze; d'altra parte Tempest è il primo romanzo di una trilogia ed è inevitabile che molte questioni rimangano aperte. Purtroppo ho trovato che i punti interrogativi siano davvero troppi, rispetto alle certezze.
Nonostante trovi sempre difficile comprendere le implicazioni e i risvolti dei salti temporali, ho divorato il romanzo molto più rapidamente del previsto. Lo stile della Cross è fresco e incalzante e ho trovato l'idea piuttosto originale.
Tuttavia, devo ammettere che non sono rimasta entusiasta né del finale né del romanzo in generale. La lettura è stata molto piacevole, ma non mi è rimasto nulla. Vi assicuro che non leggo sempre aspettandomi la rivelazione, ma di solito i libri, persino quelli che non mi sono piaciuti, alla fine mi lasciano qualcosa, anche solo una sensazione.
So di essere controtendenza: magari ho solo sbagliato il periodo di lettura. Fatemi sapere se avete letto questo romanzo e vi è piaciuto, se state aspettando Vortex o se, invece, dovete ancora leggerlo.

Il mio voto

3 specchi e mezzo

Amaranth
Questa recensione partecipa a Tributes Reading Challenge.

martedì 20 agosto 2013

Anteprima: Taken di Erin Bowman

Buongiorno!
Non è un buongiorno oggi? Fidatevi, presto lo diventerà perché vogliamo parlarvi di un libro che stiamo attendendo dal momento in cui abbiamo saputo dell'imminente pubblicazione in Italia. Naturalmente è stato inserito senza indugio nelle wishlist delle vostre Belle. Siete pronti a scoprire di quale libro si tratta?


«Mi chiamo Gray, ho quasi diciotto anni e sto per morire. Perché nel mondo in cui abito nessun ragazzo sopravvive alla notte del proprio diciottesimo compleanno. Ma io non voglio arrendermi. Devo scoprire che cosa si nasconde nel mio destino. O non avrò tempo di dire a Emma che l'amo»

Titolo: Taken
Titolo originale: Taken
Autore: Erin Bowman
Editore: Sperling&Kupfer
Prima edizione italiana: 27 agosto 2013
Prima edizione: HarperTeen – 16 aprile 2013
Pagine: 324
Prezzo: € 16,90

A Claysoot, una piccola comunità isolata dal resto del mondo da alte mura, non ci sono uomini. Tutti i ragazzi scompaiono non appena hanno compiuto diciotto anni. Allo scoccare della mezzanotte del giorno del loro diciottesimo compleanno, la terra trema, il vento infuria, una luce accecante illumina tutto… e il ragazzo scompare.

Mancano soltanto pochi mesi diciottesimo compleanno di Gray Weathersby e lui è pronto ad andare incontro al proprio destino. Ma quando trova una strana lettera della madre, morta da molti anni, inizia a mettere in discussione tutto quello che fino ad allora aveva accettato: il Concilio e i suoi segreti. Il suo stesso destino.

Decide di fuggire dalla città insieme a Emma, la ragazza che ama, ma non sa che cosa lo aspetta oltre le mura di Claysoot…

Trama elaborata da Amaranth

Amaranth

Forse abbiamo già molte aspettative verso questo romanzo; sicuramente ci incuriosisce moltissimo. Cosa ne pensate?

Le Belle

lunedì 19 agosto 2013

Avvistati...

...in libreria

Una delle nostre attività preferite? Lo spionaggio delle copertine dei libri. Noi siamo sempre attente agli involontari consigli che gli altri lettori elargiscono perché, chissà, magari potremmo scovare qualche titolo che ci era sfuggito. Da qui l’idea di questa rubrica: se siete a caccia di libri, qui potreste trovare ciò che state cercando.


Su le mani: chi è andato al cinema per vedere l'ultimo film di quel figo di Johnny Depp, The Lone Ranger?
Come sospettavamo tante mani alzate. Naturalmente anche noi Belle siamo andate al cinema, ma prima dell'inizio della proiezione abbiamo fatto il nostro tradizionale giro in libreria. E ci siamo imbattute in Wild Cards: il nome di G.R.R. Martin era stampato così grande che sarebbe stato impossibile non notarlo.
Non ne avevamo sentito parlare prima ed è per questo motivo che dedicheremo l'appuntamento di Avvistati alla serie.

sabato 17 agosto 2013

Buone vacanze

Carissimi Viandanti,
da oggi le Belle sono in vacanza. In questo momento siamo già volando verso nuove terre, dove ci aspettano sole, relax e tante letture. Staremo via fino ai primi di settembre: ci ritroveremo presto, non temete.

Nel frattempo, anche se speriamo che vi stiate godendo un po' di riposo estivo anche voi, non vi lasceremo del tutto: il blog rimarrà attivo con recensioni e segnalazioni, perciò passate a trovarci, sommergeteci di commenti e e-mail con i vostri consigli, i racconti delle vostre vacanze e i vostri deliri (sapete bene, ormai, che dalle nostre parti sono molto ben accetti).

In questi giorni ricaricheremo le pile e penseremo a nuove birichinate da combinare con voi.

Vi stritoliamo con affetto,


Le Belle

venerdì 16 agosto 2013

Sala di Lettura delle Belle

The end... or not?

Senza troppi giri di parole, lo confessiamo: non vorremmo scrivere questo post. Perché vorrebbe dire che la nostra prima Sala di Lettura si è conclusa e con essa una delle nostre saghe preferite.

«Scusate, quale saga?» domanda Am, continuando a ignorare la dura realtà.
«È finita! Vi rendete conto? È finita» piagnucola Ang, scuotendo Amaranth.
*Alaisse corre per la stanza urlando, afferra L'Ordine della Croce e stringendolo si accoccola in un angolino. Dondolandosi, sussurra qualcosa al libro*
«Non ci sederanno più. Ssssh»

200 followers giveaway - Il nostro mutaforma preferito...

Abbiamo appreso questa storia da una ragazza speciale che amava così tanto i libri da decidere di raccontarla. E proprio grazie a un libro ci fu raccontato non il principio, ma alcune vicende che portarono tra gli uomini una creatura che era in parte umana e in parte animale; quanto al seguito non spetta certo a noi svelarlo, ma siamo certe che potrete immaginarlo.
Tutti avrete avuto modo di apprendere la storia di Tarzan delle scimmie, il bambino adottato da un branco di scimpanzé nella foresta. Questo è il rovescio della storia: una scimmietta cresciuta in una famiglia umana. Naturalmente solo la piccola conosceva le sue origini animali, dal momento che il suo aspetto era in tutto e per tutto simile a quello di una bambina. Quando era sola, però, amava poter liberare la sua natura e si trasformava in una scimmia. A dir la verità, ogni tanto il segreto emergeva anche quando era solo una bambina e scherzosamente veniva paragonata al peloso animale per l'agilità con la quale si arrampicava sugli alberi da frutto e, non ultimo, per la notevole quantità di banane che mangiava.

No, non siamo impazzite (non del tutto, almeno), ma i vostri mutaforma ci hanno ispirato molto. È stato bellissimo scoprire giorno dopo giorno quante visioni alternative, quali incredibili e meravigliosi animali sentite più affini e scegliere è stato come sempre difficile.
Miriam avrà già capito che il nostro breve e modesto racconto parlava proprio di lei: il tuo commento è stato davvero originale e ci ha anche divertito.

Ringraziamo tutti di cuore per aver partecipato al give a sorpresa: è bello avervi accanto.

Vi ricordiamo che ancora possibile contattare l'autrice per sapere se è ancora disponibile qualche copia cartacea (per informazioni cliccate qui) e che su amazon e gli altri e-book store trovate la prima e la seconda parte di Nuova Terra in formato e-book.

p.s. Miriam, ti abbiamo scritto una mail. Controlla la posta.

Le Belle

mercoledì 14 agosto 2013

Rivelate le cover di The Transfer: A Divergent Story

Vi ricorderete che qualche tempo fa vi avevamo parlato dell'uscita di quattro racconti legati alla trilogia di Divergent e dedicati a Quattro.

No, non è il momento di abbandonarsi alle fantasie, anche perché abbiamo qualche novità da condividere con voi. Ancora una volta grazie al sito di Divergent (www.divergentfans.com), abbiamo scoperto che The Transfer, il primo racconto, verrà rilasciato il 3 settembre (e non il 24, come avevamo precedente affermato).
Sappiamo che questo è un motivo più che sufficiente per esultare, ma trattenetevi ancora per qualche istante perché sono state anche rivelate la cover americana e quella inglese.

La prima è quella originale ed è quella che noi preferiamo. Non siamo le uniche a notarlo: il profilo della città sullo sfondo mantiene il legame con i libri della trilogia. Anche nelle edizioni italiane è sempre presente. Noi troviamo stupendo il cerchio formato dal treno; ricorda l'Uroboro, il serpente che si morde la coda, ma è anche un treno che si spezza: ci vorranno suggerire qualcosa?

Voi cosa ne pensate?
Quale cover preferite?

Le Belle

martedì 13 agosto 2013

Enders

Lissa Price

Titolo: Enders
Titolo originale: Enders
Autore: Lissa Price
Traduttore: Gloria Pastorino
Editore: Sperling & Kupfer
Prima edizione italiana: maggio 2013
Prima edizione: gennaio 2014
Pagine: 265
Prezzo: Rilegato - € 16,90

lunedì 12 agosto 2013

Sala di Lettura delle Belle. Chi dice cosa?

E nell’attesa del quinto mattonazzo, vi lasciamo con il gioco del Chi dice cosa? che ormai dovreste conoscere.
Nel caso aveste dimenticato le regole, ecco come funziona:
1. Abbiamo scelto alcuni dialoghi tratti dall'Ordine della Croce, ma abbiamo opportunamente "oscurato" i nomi dei personaggi citatati e di quelli che pronunciano le frasi.
2. Voi dovrete indovinare i nomi dei personaggi che stanno parlando.
3. Ogni personaggio identificato equivale a un punto che varrà non solo individualmente, ma anche per la squadra a cui appartenete.
4. Per le prime tre che risponderanno ogni risposta esatta varrà due punti.
5. Rispondete solo via e-mail (labellaeilcavaliere@gmail.com)

Come rispondere?

Esempio.

Valutò la distanza tra il parapetto e il piazzale e X fu subito al suo fianco.
«Si può fare», annuì X.
«State scherzando», disse Y.
«Digli qualcosa!», esclamò Z, esasperato, rivolto a XY.
Quello si strinse nelle spalle: «Se vi rompete qualche osso non contate su di me».
«Non intendevo questo!», gridò Z correndo verso i due che, scambiatosi un sogghigno competitivo, scavalcarono la balaustra.


In questo caso sono stati oscurati tutti i nomi, non ci interessa che riveliate ogni nome incognito, ma solo chi sia a pronunciare ogni battuta.
Quindi numerate i dialoghi e: 1) Gilbert 2) Ross 3)Bryce 4) Stephen 5)Bryce

E ora a voi:

X scosse il capo e poi si sporse verso XY.
«XZ ha un rivale», le confidò a bassa voce. «XQ tende a perdere la testa davanti a un faccino sfrontato e a un paio di occhi blu».


«Una bellezza che ho ammirato tante volte dal fondo di uno specchio», aggiunse. «Se desiderate conservarla per sempre, senza che sfiorisca come le vostre rose, cercatemi dietro il vostro riflesso, sarà lì ad attendervi».
«Attendereste invano», ribatté X, pronto ma con la massima cortesia. «Ho sempre pensato che la perfezione delle rose fosse insita nella loro caducità. Quando la mia bellezza sarà sfiorita, nel ricordo sopravvivrà ancora più fulgida di quanto sia realmente stata».


«Non oso pensare dove andremo a finire di questo passo. Si sono mai sentiti dei fuorilegge con un maggiordomo?».
X montò in arcione. «Fuorilegge», specificò alzando l’indice. «Non sciamannati».
«Sciamannati? Nemmeno la mia bisnonna usa più quel termine» disse XY, dando due pacche affettuose al collo del cavallo, che nitrì e scrollò la bella testa bruna.


«Sai cosa dice X di te?».
XY sospirò. «Dovrebbe interessarmi?».
«Senza XY a sostenerle, mura e pareti di questa città crollerebbero».


«X mi permette di sistemarmi nel suo antro, se lei dovesse accorgersene…».
XY annuì con aria saggia. «Se lei dovesse accorgersene almeno ti troveresti nel luogo adatto per farti stagnare il sangue e riattaccare le gambe».
«In effetti, quello è il mio piano di riserva».


«Mi sono offerta di aiutare X con un problema che deve risolvere».
«Potrei pronunciarmi sul principale problema che X ha bisogno di risolvere, ma rischierei di essere ripetitiva».


«Che cosa succede?».
«Guai da Ognissanti», disse X, laconica.
«Qualcuno è posseduto?», domandò XY.
«XZ», spiegò. «Dalla sua stessa idiozia».


«Guardate», disse X a un tratto. «C’è qualcosa in fondo. Vedo la luce».
«Purché per una volta non sia qualcosa pronto ad ammazzarci», commentò XY.


«Ha anche dichiarato che se dovesse optare a sua volta per un catafalco, lo vorrà irto di pinnacoli così nessuno oserà posare il sedere sulla sua faccia».
«Mi sembra sensato».
«Ha costituito un legato per testamento perché qualcuno vada a cambiare regolarmente i cuscini. In realtà lo ha fatto per qualsiasi cosa, dai fiori alle candele che, come c’era da aspettarsi, ha scelto personalmente per i prossimi duecento anni».
«Non si sarebbe mai fidato di altri per una scelta così delicata».


«X ci raggiungerà?», domandò XY con uno sguardo pieno di ardore e aspettativa.
«Sarà felice di ignorarti di persona, sì», rispose XZ suscitando un coro di risate sgangherate.


«Davvero grazioso», disse qualcun altro in tono di evidente apprezzamento. «Anzi, a essere precisi, è bello come il diavolo».
«X, non mi sembra il caso».


«X sta morendo».
«Però», disse XY, meravigliato. «È in ritardo di due giorni».
«È stato impegnato con la ristrutturazione del Mausoleo», osservò XZ. «Si sarà distratto».


«Maledizione, XY. Ti avevo già detto di non mettermi davanti a qualcosa che potrebbe indurmi a ucciderti!».
«È la mia fidanzata», disse XY, calmo.
«È mia sorella», protestò X.
«Siete due idioti».


«X ha fiducia nel mio caro fratello», disse XY. «In altre parole, è rassegnata al punto da aver rinunciato all’idea di cambiare qualsiasi cosa di lui».
«A parte i connotati, ogni volta che lo prende a schiaffi», puntualizzò XZ con una risata fragorosa che si spense lungo la stretta scalinata che scendeva verso uno dei bassi.

Buon divertimento!

Le Belle

Che ship sei?


Senza addentrarci nei meandri infiniti dei fandom, una ship è la coppia che il lettore o lo spettatore immagina possa realizzarsi. Una volta immaginata una relazione tra due personaggi, per la fangirl sarà impossibile eliminarla dalla propria testa o accettare una situazione diversa da quella desiderata.
Questo è un test che tutti possono fare e le fangirl adoreranno; naturalmente nei risultati le coppie scelte appartengono al mondo di Black Friars. Speriamo vi possiate divertire: Angharad e Amaranth hanno iniziato a fangirlare anche sul test.
Sì, sono decisamente un caso disperato.

1. L’ingrediente principale di ogni coppia:
A. Amore e passione
B. Un pizzico di tensione
C. Battibecchi e ironia
D. Mistero
E. Due elementi da accoppiare, il resto sono dettagli

domenica 11 agosto 2013

Sala di Lettura delle Belle. BF: L'Ordine della Croce

Fine terza tappa

*pianti e strepiti di Alaisse*
«È finito, è finitooooo».
Angharad e Amaranth si guardano.
«Preparo il sonnifero?» chiede Angharad.
Amaranth la guarda con occhi lucidi di pianto.
«Non credo sia sufficiente, questa volta».
*Angharad e Amaranth si uniscono al pianto di Alaisse*


sabato 10 agosto 2013

Un'estate d'amore

Sarà che ho ripreso a guardare i drama (finalmente), saranno queste sere d'estate, ma mi sento particolarmente romantica. Così mi sono messa a dare un'occhiata alle pubblicazioni estive della Sperling&Kupfer e penso di aver trovato qualcosa di interessante.
Non sono uscite recentissime e magari tra voi c'è chi ha già letto uno di questi romanzi. Aspetto le vostre dritte, opinioni e consigli!

L'amore è un bacio di dama di Elisabetta Flumeri e Gabriella Giacometti

Prima edizione: 18 giugno 2013
Pagine: 288
Prezzo: € 9,90

Biscotto, crema di cioccolato, un pizzico di vaniglia: cosa c'è di più dolce di un bacio di dama?

Se c'è una cosa che riesce a riportare il sole persino nelle giornate più buie, per Margherita, è cucinare.

Anche adesso che ha preso la dolorosa decisione di lasciare suo marito, fare le valigie insieme al cane, ai due gatti, e tornare a Roccafitta, in Toscana. Lì, tra i colli della Maremma con una striscia di mare all'orizzonte, sua madre Erica aveva una trattoria, un posto delizioso come i piatti che inventava, colorandoli di spezie e sapori. Per non parlare dei dolci... Oggi Erica non c'è più, ma il ristorante è rimasto: con le finestre sbarrate e l'insegna CHIUSO che campeggia sulla porta d'ingresso. E a Roccafitta c'è ancora, per Margherita, un pezzo di vita: suo padre, i vecchi amici, tanti ricordi d'infanzia. È per questo che ha deciso di ripartire da lì. Eppure perfino in quell'angolo di paradiso qualcosa sta cambiando: qualcuno arrivato dalla città sta cercando di comprare le vigne dei contadini del posto, a quanto sembra per produrre un vino industriale e fare soldi a palate. Si chiama Nicola Ravelli, ed è un imprenditore arrogante di cui tutto il paese non fa che sparlare - soprattutto le signore... Un fascinoso e insopportabile pirata. Che però ha bisogno di una brava cuoca per le cene nella bellissima villa presa in affitto. La scelta cade proprio su Margherita che, mentre sogna di riaprire il ristorante della mamma, per il momento cerca lavoretti qua e là. Così - sarà che lei sa preparare dessert divini come i baci di dama fatti in casa, di quelli che si sciolgono in bocca; sarà che lui forse non è poi così insopportabile, né così male intenzionato - nella immensa cucina della villa succederà qualcosa... Qualcosa di molto dolce e molto piccante al tempo stesso.

I fiori di sabbia di Corban Addison

Titolo originale: The Garden of Burning Sand
Traduttore: Chiara Brovelli
Prima edizione italiana: 18 giugno 2013
Prima edizione: Harper Collins – marzo 2013
Pagine: 420
Prezzo: € 17,90

A volte dalla sabbia del deserto nascono i fiori più belli.

Zoe Fleming, figlia di un senatore del Congresso americano, ha seguito la passione per la giustizia e, anche se giovanissima, è già un avvocato di successo. Per lei, vivere in un mondo giusto è più di un sogno: è la sua ragione di vita. Per questo ha deciso di partire, e di mettersi al servizio di chi ha meno di tutti. Arriva così in Zambia, a Lusaka, per lavorare in un'associazione non profit che difende i diritti dei bambini. Qui, una notte, viene chiamata all'ospedale locale per occuparsi di una ragazzina vittima di una brutale violenza. È sotto shock e incapace di parlare. Come scoprirà Zoe, si chiama Kuyeya e, anche se ha solo quattordici anni, di cose ne ha già viste molte. Il suo sguardo è buio come un pozzo, svuotato dalla luce dei sogni. Zoe la prende sotto la sua protezione e decide di dare la caccia al colpevole. L'unico che ha il coraggio di seguirla nella sua indagine è Joseph, un poliziotto del luogo. Un angelo che vive tutti i giorni all'inferno. Insieme con lui Zoe condurrà la sua battaglia: fino a scoprire che il responsabile è qualcuno di molto potente, protetto dal governo corrotto del Paese. Ma nonostante questo la loro lotta non si ferma: perché quello che Zoe e Joseph vogliono più di tutto è far tornare il sorriso sulle labbra di Kuyeya.

La ragazza dei fiordalisi di Simona Ahrnstedt

Titolo originale: Betvingade
Traduttore: R. Nerito
Prima edizione italiana: 25 giugno 2013
Prima edizione: Damm Förlag – 28 agosto 2012
Pagine: 432
Prezzo: € 18,90

Svezia, 1349. In un'epoca in cui niente è sicuro e l'onore di una donna è tutto, la giovane e bella Illiana, figlia di un ricco proprietario terriero molto vicino al re, viene rapita per errore poche ore prima del suo fidanzamento ufficiale. Un equivoco tragico quanto. La colpa - o il merito - è di un giovane soldato che - per esaudire il desiderio del suo signore Markus, leggendario cavaliere, di passare la notte in compagnia di una donna - gli ha portato la dolce Illiana. Ma non appena Markus si trova di fronte a quella ragazza dalle forme delicate si rende subito conto dell'enorme sbaglio del suo attendente e si offre di riaccompagnarla a casa. Affascinante e rude, dallo sguardo profondo e dal passato oscuro, Markus non gode però di ottima fama a corte. Per fortuna il cuore sa andare oltre alle apparenze. E proprio quel viaggio segnerà l'inizio di un amore, travolgente e inaspettato, fra intrighi, giochi di potere e vecchi rancori mai sopiti.

La risposta è nelle stelle di Nicholas Sparks

Titolo originale: The Longest Ride
Traduttore: Alessandra Petrelli
Prima edizione italiana: 9 luglio 2013
Pubblicazione prevista: Grand Central Publishing – 24 settembre 2013*
Pagine: 432
Prezzo: € 19,90

Una strada coperta di neve, un'auto che perde il controllo e va a sbattere. Alla guida il vecchio Ira, che ora è incastrato, ferito, intirizzito dal gelo, e così solo. Il dolore lo immobilizza e rimanere cosciente è uno sforzo indicibile, almeno fino a quando davanti ai suoi occhi prende forma una figura, prima indistinta, poi dolcemente nitida: è l'immagine dell'amatissima moglie Ruth. Che lo incalza, gli impone di resistere, lo tiene vivo raccontandogli le storie che li hanno uniti per più di cinquant'anni: i momenti belli e quelli tristi, le passioni e i rimpianti, e sempre l'amore infinito. Lui sa che Ruth non può essere lì, ma si aggrappa ai ricordi, alle emozioni, alle parole di loro due insieme. Poco distante da quella strada, la vita di Sophia sta per cambiare per sempre. L'università, l'ex fidanzato traditore e violento, le feste e le amiche scompaiono nella notte di stelle in cui incontra Luke. Innamorarsi di lui è inevitabile, immaginare un futuro diverso diventa un sogno possibile. Un sogno che solo Luke può rendere reale. Purché il segreto che nasconde non lo distrugga. Ira e Ruth. Sophia e Luke. Due coppie che apparentemente non hanno nulla in comune, divise dagli anni e dalle esperienze, ma che il destino farà incontrare, nel più inaspettato ed emozionante dei modi. Ricordandoci che anche le decisioni più difficili possono essere l'inizio di un viaggio straordinario, perché i sentimenti e i segreti degli uomini percorrono strade impossibili.


* Avrete notato che la data di pubblicazione in lingua originale è prevista per settembre. Nicholas Sparks, infatti, ha deciso di omaggiare le lettrici italiane con un'anteprima mondiale.

Non sono uscite recentissime e magari tra voi c'è chi ha già letto uno di questi romanzi.
Aspetto le vostre dritte, opinioni e consigli!

Amaranth

venerdì 9 agosto 2013

Gocce di magia...

Ogni libro è una successione di immagini e parole. Spesso alcune di queste colpiscono più di altre, lasciandoci del libro quei ricordi che poi restano anche a distanza di anni. Questi piccoli frammenti di storie possono ricreare atmosfere ed emozioni.
Per questo, ogni settimana, condivideremo con voi un piccolo frammento di storia, nella speranza che lasci qualcosa anche in chi non l’ha ancora letta.

Però un paese ci vuole, Giovanna Grignaffini

«Hai ragione - disse Carlo - è sempre la fine che spiega l'inizio. E noi non possiamo farci niente. È come per il '68. Il'68 non è mica successo nel '68, mentre accadeva. Ma dopo, è successo dopo, alla fine, quando tutti hanno detto che era successo il '68. Ma noi che eravamo lì, nel bel mezzo del '68, non ce ne siamo mica accorti. È vero Francesca?»



Amaranth

giovedì 8 agosto 2013

Sine Tempore

Esame di storia.
«…e Garibaldi fuggì in America Latina»
«E cosa portò dal Sudamerica al suo ritorno?»
*momenti di panico. Il cricetino nella testa di Amaranth inizia a correre più velocemente*
«E in America Latina c'era…»
«No, no, signorina. È un oggetto. Ci pensi bene: come viene ritratto Garibaldi?»

E se Garibaldi non fosse mai ritornato dal Sudamerica? Cosa sarebbe accaduto?

È questo il genere di domande che si sono posti gli autori della raccolta Sine tempore, terzo progetto antologico della casa editrice La Mela Avvelenata.
«Si dice che il minimo battito d'ali di una farfalla sia in grado di provocare un uragano dall'altra parte del mondo»

martedì 6 agosto 2013

Squadre ai posti, pronti, partenza...via!

Sappiamo di avervi fatto pensare un po' con questi giochi che non arrivavano più, ma ora ci siamo. In tempo per l'ultima settimana di lettura. Oggi vi spieghiamo quali sfide pensavamo di lanciarvi e come si svolgeranno. Leggete tutto con attenzione.

SCOPRI IL PERSONAGGIO MISTERIOSO

Si tratta di una sfida a tre manche, ognuna delle quali si svolgerà in giorni diversi e riguarderà un solo personaggio. Nell'arco della giornata pubblicheremo su facebook alcuni indizi che vi permetteranno di indovinare di chi si sta parlando.
Potrete fornirci la vostra risposta direttamente sotto forma di commento oppure via email.

Chi vince la manche? Vince la squadra che indovinerà per prima il personaggio misterioso. Ogni manche vinta equivale a un punto guadagnato. La squadra che avrà totalizzato più punti vincerà la sfida.

Attenzione! Avete un solo tentativo a testa, perciò, se vi è possibile, vi consigliamo di coordinarvi con le vostre compagne di squadra.

Quando? Giovedì 8, venerdì 9 e sabato 10.

CHI DICE COSA?

Scommettiamo che tutte voi conoscete questo gioco. Esattamente come durante l'iniziativa Verso la Vecchia Capitale, pubblicheremo un post con dialoghi estratti dall'Ordine della Croce. Dovrete essere veloci e inviarci la mail con le vostre risposte.

Chi vince? Ogni risposta corretta vale un punto, ma questa volta non ci saranno pari meriti: in caso di parità di punteggio, vincerà chi avrà inviato per primo la mail.

Quando? Domenica 11.

È tutto chiaro? Per ogni domanda o dubbio commentate il post o inviate una mail a labellaeilcavaliere@gmail.com.

I premi in palio:

Le Belle

lunedì 5 agosto 2013

Cocktail da leggere

Quasi un mese fa, Angharad vi aveva proposto un gioco letterario molto divertente, in cui associava libri ad alcune malattie. Oggi vi voglio proporre un meme inventato da me, ma con la stessa idea di base.
Ho la passione dei cocktail: mi piace prepararli (o affidarmi all'esperienza del barman) e gustarli in compagnia. E che estate è senza un refrigerante drink? Così è nato cocktail da leggere.

Si ringraziano le amiche per la paziente collaborazione.

domenica 4 agosto 2013

Sala di Lettura delle Belle. BF: L'Ordine della Croce

Fine seconda tappa

Seconda tappa della Sala di Lettura delle Belle!
Oggi siamo qui riuniti per celebrare il tanto sospirato matrimon…


*Ang e Am danno un colpo in testa ad Alaisse*
«Siamo qui per commentare i capitoli, smettila di fare l’idiota!».
«Ma si sono sposati, capite?? Si sono sposati!».
*Ang tira fuori il sedativo*
«Va bene, va bene, ho capito! Sto zitta».
*sguardo fiero di Amaranth*
«Visto, te l’avevo detto che l’avremmo educata».
*Angharad annuisce compiaciuta*


Come ormai saprete tutti, in questi capitoli gli avvenimenti importanti si sprecano e tra i più attesi e sospirati c’è proprio il matrimonio tra i due protagonisti.
Ma partiamo da dove eravamo rimasti.
Vogliamo parlare del nuovo Vandemberg? Certo, forse è più simile a Morgan che ai tre fratelli biondi, ma che importa? È un Vandemberg!
Segue un incontro interessante tra il suddetto Morgan e la nonna di una certa bellezza di cui lo smandrappato è follemente innamorato.

Gilbert sollevò entrambe le mani. «Mai vista una maschera in vita mia».

Dobbiamo rispondergli? C’è chi lo fa per noi.

«Giovanotto, una maschera vi donerebbe parecchio».

Segue la scoperta di nuovi, inquietanti scrigni e ovviamente arriva la notte di Ognissanti.

«Che cosa succede?».
«Guai da Ognissanti», disse Emily, laconica.
«Qualcuno è posseduto?», domandò Eloise.
«Gareth Eldrige», spiegò. «Dalla sua stessa idiozia».


Ma per una volta il nipote del Vicerè di Salimarr ha visto giusto e c’è davvero una fanciulla in pericolo, peccato che i due principi Vandemberg non arrivino in tempo per salvarla.
In compenso il Collegium di Altieres viene attaccato e Gabriel Stuart non esita a rischiare la vita, e la nostra sanità mentale, per salvare la sua amata e per portare a Madrina Lala la cintura con i nove nodi d’oro.
La scena in cui Sophia gli ordina di tornare da lei non ha spezzato anche i vostri cuori?
Vengono ritrovati anche gli ultimi due scrigni e l’amara verità viene a galla. Anche il padre di Axel è stato assassinato e le circostanze tenute nascoste grazie al Demone dei Delitti Perfetti.
Stephen viene arrestato (Alaisse è ancora piegata in due dalle risate mentre Angharad gongola), e si scoprono risvolti inquietanti sull’assassinio del Reggente di Maderian e su un delitto nascosto da Clarisse Granville.

Vogliamo poi parlare dell’incontro tra Cain e Adrian?
Le vostre Belle hanno ancora gli occhi a cuoricino.
Diventa ormai chiaro che l’unico modo per impedire al Presidio di liberarsi è destituire il Cardinale de Plessy e viene pertanto convocato un concilio tra i Reggenti delle Nationes. La notizia del ferimento di Fabian arriva subito dopo e il tempo per reagire è poco.
Ma che importa?
I due si sposano!

*Ang e Am guardano sospettose Alaisse*
*espressione angelica di Alaisse*
«Che c’è? Non ho dato di matto».
«Non ancora».
«Vero».
*Alaisse prende fiato e comincia a urlare a squarciagola la marcia nuziale*
«Ang, sai cosa fare».


Ma la gioia dura poco perché il Presidio esce dai suoi confini e la Vecchia Capitale cade nel caos. Il destino di Sophia si fa sempre più fosco e non resta che gettarsi ai piedi della Lady Creatrice implorando un lieto fine.
Ce la faranno i nostri eroi?
Ai posteri, o a chi ha finito il libro, l’ardua sentenza!

Dunque.
Dopo questo breve (uhm?) delirio, dobbiamo svelarvi la risposta alla domanda che vi abbiamo fatto. Tre di voi hanno saputo prontamente rispondere e noi ci inchiniamo a tanto acume, complimenti!
Come Lara, Serene, missamagik205 e Paola hanno saputo riconoscere, la coppia letteraria che Virginia De Winter cita nel romanzo è nientemeno che la sua amata Dramione! Certo, l’accenno non è così evidente ed è facile che vi sia sfuggito. Eccovi il brano che si trova a pagina 54:

Sophia comprese all’istante a chi la cugina si riferisse. Più di una volta li aveva visti scivolare nei lunghi mantelli neri tra le colonne e i loggiati dello Studium, o rifugiarsi nelle biblioteche per raccontarsi i loro segreti. Lui era Lucius Malfrey, nipote di sangue del Granduca di Nalvalle:alto, dai capelli di un singolare biondo argenteo e gelidi occhi grigi. Lei era Jean Grayger, e aveva lunghi boccoli scuri e profondi occhi castani.
C’era qualcosa tra loro che costringeva lo sguardo a cercarli e, dopo un momento di profonda fascinazione, ad abbandonarli, lasciandoli al loro mistero.

E ora una nuova domanda per voi, questa volta di gusto personale.
Quale è la scena che avete trovato più esilarante in questi capitoli?
E quella più dolce?


Le Belle

giovedì 1 agosto 2013

Cose che nessuno sa

Alessandro D'Avenia

Sono affetta da una grave forma di pigrizia. Lo dichiaro pubblicamente. Tutto quello che riesco a fare in questi giorni è guardare Doctor Who (esultate, ma non spoilerate: sono solo, ancora per poco, a metà della terza stagione), bere yoghurt e leggere.
Resta il fatto che ho un paio di recensioni in arretrato e, quindi, sarebbe meglio che mi impegnassi un po'. Pensando al libro di cui vi voglio parlare, mi è venuto in mente che non mi aspettavo assolutamente nulla e che, invece, mi ha dato molto. Probabilmente è dipeso da una fortunata coincidenza di fattori, tra cui il mio stato d'animo. A voi è mai capitato di scoprire tra le pagine di un libro, qualcosa di più? Un messaggio diretto a voi?

Titolo: Cose che nessuno sa
Autore: Alessandro D'Avenia
Editore: Mondadori
Prima edizione: ottobre 2011
Pagine: 332
Prezzo: Rilegato - € 19,00

Mi sto sforzando di ricordare perché ho sottratto questo libro alla mia amica e… niente. Non lo so. Sarò rimasta sorpresa dalla presenza di un libro nella sua stanza, con tanto di data relativa alla conclusione della lettura. Evento raro. Sì, questa teoria mi sembra molto plausibile. Avrò pensato: «Se l'ha letto lei, lo devo leggere anch'io».
In effetti la lettura è stata molto veloce, ma non per le ragioni che mi aspettavo.
Molti avranno conosciuto Alessandro D'Avenia con il romanzo Bianca come il latte, rossa come il sangue, apprezzato da molti tra cui la sottoscritta, ma con qualche riserva. Questo spazio non è però dedicato all'esordio di D'Avenia e, pertanto, eviterei di soffermarmici. Anche perché credo di non aver dato troppa importanza al fatto che si trattava dello stesso autore.

L'estate volge al termine. Margherita inizierà le scuole superiori: un momento importante, carico di aspettative e incertezze. Ma non è così che lo vive. Da poco suo padre se ne è andato via, lasciando soltanto un messaggio in segreteria. Come andare avanti quando una parte così importante della tua vita ti abbandona, vulnerabile e ferita? Margherita, come l'ostrica che si chiude imprigionando nella conchiglia il predatore, cerca di isolare il suo dolore e, come anestetizzata, si muove per i corridoi della nuova scuola.
Il dolore, però, scava e trova sempre la strada per emergere. E la strada per il dolore di Margherita è l'Odissea, letta in classe dal professore di italiano. L'Odissea non è solo la storia di un avventuroso viaggio di ritorno, è anche quella di un figlio che cerca il padre.
Margherita è il centro dell'universo del romanzo: intorno ruotano altre storie che si intrecciano alla sua e trovano un proprio sviluppo; a mio avviso non sempre soddisfacente.
Accanto alla ragazzina c'è una figura eccezionale e radiosa, la nonna. L'ho amata moltissimo. Con le sue frasi in dialetto, le mani impegnate tra i fornelli e sempre pronte ad accogliere per un abbraccio, è importantissima non solo per la nipote, ma anche per il lettore. Io mi sono sentita come coccolata da lei, forse perché mi ha ricordato un po' la mia nonnina.

La nonna scartocciò il pacco delle pennette e ne gettò almeno due etti nella pentola.
«È troppa, nonna! Non ho fame, ti ho detto».
«Signorina, stai al tuo posto. È una vita che cucino e so io di quanti etti di pasta ha bisogno un cuore rotto».

Nei libri c'è la vita, ma solo chi la vive può ardire a capirla. Il professore è un uomo che vive nei libri con quella delicatezza e passione che una bookaholic condivide e ammira, ma si dimentica e rifugge la quotidianità. Un limite che non solo bisogna riconoscergli, ma che egli stesso deve comprendere e superare per il futuro di quel dolcissimo amore che lo unisce a Stella.
Stella lavora in una libreria e parla d'amore, di emozioni e vita con il prof citando libri, facendo ardite metafore libresche. Forse D'Avenia dà spazio all'inverosimile con questa coppia così colta, ma è dalla realtà che le storie traggono ispirazione… E io non ho davvero potuto fare a meno di adorarli.
Non è un caso che quest'uomo, incapace di dar voce alle emozioni se non attraverso la carta stampata, sia chiamato "il professore". Infatti è questo il suo mestiere e l'insegnamento sembra essere per lui una sorta di talento nascosto; è un insegnante alle prime armi che promette di diventare uno dei migliori che si possano incontrare nella propria carriera scolastica, non appena avrà superato lo scoglio misterioso dei rapporti umani. Parallela alla storia di Margherita e del professore è quella di Giulio.

Giulio era dotato di un'intelligenza straordinaria, gli bastava ascoltare e capire cosa sarebbe stato detto cinque minuti dopo. Anche la sua bellezza era fuori dal comune. La bellezza di una stella lontanissima e irraggiungibile, fredda e nervosa, e per questo ancora più seducente. Quella luce l’aveva negli occhi, lampeggianti come stelle invernali. Occhi azzurri, quasi bianchi, capelli neri lisci e fini come un dio della notte. La natura lo aveva dotato di un altro dono: le mani. Le mani per lui non avevano segreti, né le sue, capaci di ogni illusione, né quelle degli altri, segnaletica infallibile della verità e della menzogna.

Giulio vive in una casa famiglia e non ha mai conosciuto i suoi genitori. Passa molto tempo per le strade, rubacchiando, e sui tetti della città perché è da lì che può dominare. È un ragazzo solo, disperatamente bisognoso d'amore e proprio l'amore lo aiuterà a restituire al mondo la bellezza…
Seppur priva di una storia propria, ho adorato Marta, ragazza solare ed entusiasta che fin dal primo giorno di scuola diventa amica di Margherita.
Cose che nessuno sa non è probabilmente uno dei romanzi più belli né uno dei più originali, ma è riuscito a entrare in sintonia con me e il mio stato d'animo, parlandomi con dolcezza e semplicità della vita, rendendo la lettura molto piacevole.
Ho un debole per i libri che sanno essere poetici anche in prosa e ho amato lo stile di D'Avenia in questo romanzo; l'ho trovato più maturo e controllato rispetto all'esordio, anche se un po' debole nel finale.
È una lettura adatta all'estate, leggera ma non del tutto disimpegnata.

Il mio voto

3 specchi e mezzo

Amaranth