domenica 27 ottobre 2013

Gocce di magia

Ogni libro è una successione di immagini e parole. Spesso alcune di queste colpiscono più di altre, lasciandoci del libro quei ricordi che poi restano anche a distanza di anni. Questi piccoli frammenti di storie possono ricreare atmosfere ed emozioni.
Per questo condivideremo con voi un piccolo frammento di storia, nella speranza che lasci qualcosa anche in chi non l’ha ancora letta.

Apocalypse Kebab, J.Tangerine

Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo. Il ladro di fulmini

Rick Riordan

Titolo: Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo. Il ladro di fulmini
Titolo originale: Percy Jackson and the Olympians. The Lightning Thief
Autore: Rick Riordan
Traduttore: L. Baldinucci
Editore: Mondadori
Prima edizione italiana: 26 gennaio 2010
Prima edizione: 1 luglio 2005 - Miramax Books
Pagine: 361
Prezzo: Brossura - € 17,00

Non avevo nessuna intenzione di iniziare questa saga. Ne ho già abbastanza in corso e in wishlist da tenermi impegnata per almeno due vite. E, invece, ho deciso di non aver voglia di aspettare l’uscita dei prossimi film. Quindi, non ci è voluto molto perché mi procurassi il primo romanzo.

Percy Jackson è un dodicenne dislessico e iperattivo, che è stato espulso da sei scuole. Nell’ultima, la Yance Academy, ha finalmente trovato un amico, Grover, un ragazzino con problemi motori e che cammina sempre con le stampelle.
Durante l’anno scolastico avvengono una serie di episodi insoliti: una delle sue professoresse lo attacca e si rivela essere una creatura mostruosa, temporali improvvisi e di grande intensità, uragani, l’incontro con tre strane vecchiette. Perciò il suo umore è sempre più instabile, tanto che viene cacciato anche dalla Yance Academy.
Alla fine dell’anno torna a casa, dove vive con la madre, Sally, e il marito, Gabe, un uomo rozzo e insopportabile. Suo padre, invece, risulta disperso in mare fin da quando era piccolo e non l’ha mai conosciuto.
Quando Sally organizza una gita a Long Island per trascorrere un po’ di tempo con il figlio, sembra tutto andare per il meglio. Durante la notte, però, si scatena una tempesta e sulla porta si presenta Grover, che si rivela essere un satiro, il cui compito è proteggere Percy e portarlo al Campo Mezzosangue, luogo in cui vengono addestrati tutti i figli degli dei.
I tre vengono inseguiti dal Minotauro e, anche se Percy lo sconfigge, la madre rimane vittima dello scontro. Una volta al Campo, Percy deve fare i conti con un mondo sconosciuto di cui ormai fa parte, e si trova a dover affrontare un’impresa insieme a Grover e Annabeth, figlia di Atena: deve recuperare la Folgore di Zeus entro il solstizio d’estate oppure si scatenerà una guerra tra gli dei.

Probabilmente avrei apprezzato molto di più questo romanzo se lo avessi letto intorno ai dieci/dodici anni. Soprattutto a causa dello stile, molto semplice e diretto, che non mi ha colpito particolarmente. Pur essendo molto scorrevole, in certi casi l’ho trovato un po’ piatto, come se Riordan si fosse limitato a descrivere gli eventi, senza realmente andare più in profondità.
Inoltre, le difficoltà affrontate dai ragazzi seguono uno schema piuttosto ripetitivo: incontrano il mostro di turno senza comprendere il pericolo, si fanno incastrare, succede qualcosa per cui riescono a uscirne. Per quanto sia comprensibile la necessità di rendere il viaggio dei protagonisti movimentato e accattivante, non bisogna nemmeno rendere il tutto fin troppo uniforme.
Un altro particolare che mi ha leggermente lasciata perplessa è l’abilità nell’uso dei poteri acquisita da Percy quasi dal nulla. Non ha mai saputo di averli, perciò non è logico e credibile che riesca a utilizzarli perfettamente, soprattutto non in modo tale da riuscire a sconfiggere anche un nemico con ben più esperienza alle spalle (e non faccio nomi per evitare spoiler).
E dopo aver puntato l’attenzione sulle piccole sbavature che mi hanno indispettita, metto anche l’accento invece sugli aspetti che mi sono piaciuti molto e che hanno decretato il voto positivo per questo romanzo.
Il modo in cui Riordan ha modernizzato la mitologia è davvero intrigante. Ha inserito le divinità e le altre creature nella nostra epoca, riuscendo a sfruttarle molto bene. Adoro i miti greci e le creature mitologiche, anche se in genere vengo delusa da come vengono riutilizzati. Invece, in questo caso ho trovato quel tocco di originalità che mi ha fatto divertire e apprezzare il romanzo.
Ha anche aggiunto dei piccoli particolari o trasformato alcune caratteristiche, che in certi casi sono alquanto esilaranti, come il fatto che Caronte sia un amante di capi firmati e che voglia un aumento da Ade.
Il trio formato da Percy, Annabeth e Grover potrebbe ricordare un più conosciuto trio magico, ma secondo me la somiglianza si ferma al fatto che ci sono la ragazza intelligente e il ragazzino più pasticcione. Per il resto, le dinamiche fra i tre sono differenti.
Ho trovato un po’ rapido lo sviluppo della loro amicizia, ma credo sia sempre imputabile allo stile, che, come ho già detto, sembra raccontare le vicende solo superficialmente, e al susseguirsi davvero veloce degli eventi. Sono molto curiosa di vedere come andranno avanti le avventure dei tre.
(E spero di non dover aspettare l’ultimo libro per vedere realizzata la mia ship: Percy e Annabeth DEVONO stare insieme. Non accetto scuse.)
Credo che Riordan abbia creato un bel mix di modernità e mitologia, anche se il risultato sarebbe potuto essere migliore. Sicuramente è una serie che consiglio e continuerò a leggere.
Ora vorrei proprio rivedere il film, ma ho paura che non lo troverei più così bello come la prima volta. Forse mi sono data la zappa sui piedi da sola.

Il mio voto

3 specchi

Angharad
Questa recensione partecipa a Tributes Reading Challenge.

sabato 26 ottobre 2013

La maschera nera

Virginia Mandolini

Eccoci di nuovo alle prese con una recensione a quattro mani, che per vari motivi non siamo riuscite a scrivere prima. Sono diversi mesi infatti che abbiamo letto questo romanzo, ma ormai è giunto il tempo di parlarne.
La maschera nera è il romanzo d’esordio di Virginia Mandolini e tratta temi delicati che vanno oltre l’amore tra due giovani, molto presente di solito nei romanzi di genere.
Non è una recensione facile da scrivere per noi, perché per molte ragioni non ci ha convinte.
Ammettiamo di essere molto puntigliose e di avere gusti difficili e questo, forse, ci ha impedito di apprezzarne certi aspetti.
Volendo essere molto chiare, abbiamo deciso di inserire degli estratti, pertanto vi informiamo fin da adesso che potrebbero esserci dei piccoli spoiler.

Titolo: The Black Mask (già La maschera nera)*
Autore: Virginia Rainbow
Editore: Selfpublishing
Prima edizione: novembre 2012
Pagine: 420*
Prezzo: Brossura - € 18,00; ebook - € 3,49

venerdì 25 ottobre 2013

Reached. L'arrivo

Ally Condie

ATTENZIONE: Reached. L'arrivo è l'ultimo libro della trilogia di Ally Condie. La recensione che segue potrebbe contenere dei riferimenti aMatched e a Crossed. (Trovate le recensioni cliccando sui rispettivi titoli).

Titolo: Reached. L'arrivo
Titolo originale:Reached
Autore: Ally Condie
Traduttore: Pamela Ruffo
Editore: Fazi
Prima edizione italiana: 4 luglio 2013
Prima edizione: Dutton Penguin - 13 novembre 2012
Pagine: 436
Prezzo: Rilegato - € 14,90

giovedì 24 ottobre 2013

Novità

La nebbia non si è ancora ritirata e l’inverno sta arrivando! Brace yourself, e intanto distraiamoci con qualche novità giunta nella nostra mail.

Gheler, l'esploratore. I - Il legame dei draghi

Titolo: Gheler, l'esploratore. I - Il legame dei draghi
Autore: Antonio Polosa
Editore: Damster
Prima edizione: 14 settembre 2013
Dimensione file: 1215 KB
Prezzo: ebook - € 2,99
Adne è una Etne che vive nel Sialden, e il suo legame, il Ledah, la costringe a compiere passi indesiderati. Oltre a limitare i suoi sentimenti, questo finisce anche per guidarli. Quando le radici del suo albero trovano l'intreccio, Adne non riesce ad accettare l'unione forzata con un Etne che lei non conosce nemmeno e per questo decide di fuggire nella speranza di trovare la freccia di Asvelt, un legame di drago capace, secondo le leggende, di spezzare un legame.
Gheler è un esploratore e un cacciatore di legami che si rivela essere il re degli Orghen e di tutte le montagne di fuoco nonostante appartenesse a un’altra razza. Le sue cicatrici e la sua spaventosa seconda forma nascondono un tragico e misterioso passato legato al suo odio e al suo desiderio di vendetta verso Onimea, uno degli ultimi draghi nobili del continente custode dell'unico legame capace di ucciderlo. Adeleo è il principe di Nuria ma non l'erede, un impero in continua espansione che non ha nessun legame con la natura. Quando salva Elden, una Elielan del mare di Selgo dalle grinfie del suo stesso popolo, prende in custodia il suo legame, una perla irregolare, e viene esiliato da tutti i domini di Nuria.
Le loro strade s'intrecceranno e lasceranno una traccia indelebile nei cuori di ognuno, portando indirettamente le numerose razze ormai martoriate dalla guerra a un futuro e possibile nuovo modo di coesistere.
Se un legame muore, brucia o viene distrutto, l'Etne, l'Elielan o l'Orghen muore.


Trovo la trama un po’ intricata, ma ho sentito parlare molto bene di questo libro, in particolare sul blog Dreaming Fantasy Books, vi consiglio di dare un’occhiata alla sua recensione!

Passiamo ora a due racconti brevi scaricabili gratuitamente dal blog dell’autrice, Connie Furnari.

Zelda

Titolo: Zelda
Autore: Connie Furnari
Pagine: 38
Prezzo: scaricabile gratuitamente
Quando Zelda riapre gli occhi, dopo aver perduto un duello a colpi di magia, si ritrova in un corpo che non è il suo. Non ha più i capelli biondi ma neri e striati di viola; indossa abiti new gothic e non i suoi soliti jeans scoloriti. Sheila, che un tempo era la sua migliore amica, ha deciso di scambiare le loro vite.
Mentre è immobilizzata e in attesa di morire, Zelda ricorda il giorno in cui i poteri magici si sono manifestati: il suo sedicesimo compleanno.
Non avrebbe mai immaginato di dover lottare contro la magia nera di Salem, per il rispetto di se stessa e per Paul, l'unico ragazzo mortale che l'abbia mai amata.
Zelda è una fiaba urban fantasy che evoca lo stesso stile incantato e leggero dei racconti delle fate; una storia che alterna momenti di tenerezza, di azione e di coraggio.

Moonlight

Titolo: Moonlight
Autore: Connie Furnari
Pagine: 53
Prezzo: scaricabile gratuitamente
Formato: PDF
Link:http://conniefurnari.blogspot.it/2013/09/zelda-di-connie-furnari-racconto-urban.html

Kelly appare come la tipica ragazza fortunata: è bionda e bella, e appartiene a una delle famiglie più ricche di Manhattan. Il suo mondo ovattato però, nasconde un segreto. I Lancaster sono un potente clan di licantropi, integrati da decenni con la società newyorkese. Al sorgere della prossima luna piena, lei dovrà scontrarsi con il lupo del branco avversario, i Whitefield, in una lotta che vedrà sopravvivere uno solo, per il dominio del territorio.
Durante il ballo della sua iniziazione Kelly fugge, stanca delle persone grette e assetate di sangue che è costretta a frequentare. Mutandosi in lupo bianco, incontra un misterioso licantropo con il quale trascorre una travolgente notte di passione. L’indomani, svegliandosi nuda, si ritrova abbracciata a un bellissimo ragazzo dagli occhi neri di nome Eric, inconsapevole che i loro destini aspettano da tempo di intrecciarsi.
Ispirato a “Romeo e Giulietta” ma con un finale alternativo a sorpresa, “Moonlight” è un paranormal romance impregnato di colpi di scena e di puro romanticismo shakespeariano tra i grattacieli di New York. Una fiaba moderna che appassiona e ricalca le atmosfere di “Romeo + Juliet”, il film con Leonardo Di Caprio e Claire Danes.

Devo dire che entrambi i racconti mi intrigano… e la brevità è una nota positiva, dal momento che ho fin troppi romanzi da finire. Io li ho già scaricati, voi cosa aspettate?

Alaisse

mercoledì 23 ottobre 2013

Sala di Lettura: La ragazza di fuoco di Suzanne Collins

Iscrizioni

Tributi! Siete sopravvissuti alla prima Sala dedicata agli Hunger Games?
Noi siamo elettrizzate all’idea di tornare a Panem e non vediamo l’ora di partire.
No, non abbiamo perso il senno. Insomma, non siete anche voi impazienti di rivedere Peeta e Katniss?
Ah, sì? C’è anche un certo Gale? Chissenefr… djinddijow *Am toglie la tastiera dalle mani di Ang* Dicevamo, non siete contenti di ritrovare tutti i personaggi e vedere a quali livelli possa arrivare il sadismo della Collins?
Perciò, eccoci qua a inaugurare la seconda Sala di Lettura delle Belle, dedicata a La ragazza di fuoco.

Le tappe saranno suddivise in questo modo:

3 novembre: Inaugurazione della Sala di Lettura
3-10 novembre: Lettura dal capitolo 1 al 9 compreso
10 novembre: Conclusione della Prima Tappa e commento
10-17 novembre: Lettura dal capitolo 10 al 18 compreso
17 novembre: Conclusione della Seconda Tappa e commento
17-24 novembre: Lettura dal capitolo 19 al 27
24 novembre: Conclusione della Terza Tappa e commento


<a href="http://labellaeilcavaliere.blogspot.it/2013/10/sala-di-lettura-la-ragazza-di-fuoco-di.html" imageanchor="1" style="clear:left; float:left;margin-right:1em; margin-bottom:1em"> <img border="0" src="http://4.bp.blogspot.com/-nLBJCunsoj8/Uka_-ZkW_mI/AAAAAAAAHO0/LA0sOlsuqUA/s320/bannerhg.jpg" alt="Sala di Lettura La Bella e il Cavaliere" /></a>

Lasciate un commento per confermare la partecipazione, indicate se avete bisogno del libro e se volete essere iscritti alla newsletter. Quelli che si sono già iscritti durante la scorsa Sala, naturalmente non dovranno commentare di nuovo: sono già nella lista dei Tributi.
Abbiamo raggiunto un obiettivo importante: ormai non dobbiamo nemmeno più minacciare Alaisse per farla partecipare, è ufficialmente caduta nel vortice Hunger Games.

Che aspettate a unirvi al delirio?



Vi ricordiamo che abbiamo previsto un premio per uno dei sopravvissuti. Al termine della seconda lettura, Effie Trinket (aka il trio riunito) decreterà il vincitore sulla base della partecipazione. Il prescelto potrà scegliere uno dei tre libri della saga nella nuova edizione della collana Grandi Bestsellers della Mondadori.

Per qualsiasi dubbio o domanda, lasciateci un commento o scrivete a labellaeilcavaliere@gmail.com.

Amaranth & Angharad

Eterna

Victoria Àlvarez

Titolo:Eterna
Titolo originale: Hojas de dedalera
Autore:Victoria Àlvarez
Traduttore: Laura Miccoli
Editore: Fanucci Editore
Prima edizione italiana: Novembre 2012
Prima edizione: 2011
Pagine:509
Prezzo: 16,90 euro

martedì 22 ottobre 2013

Sala di lettura: Hunger Games di Suzanne Collins

Conclusione della prima parte della Sala

«Be', non ho molta concorrenza, qui» ribatte.
Deglutisco a fatica e tiro fuori le parole. «Tu non hai molta concorrenza in nessun posto». E questa volta sono io che mi chino verso di lui.

«Stop! Perfetta. Una conclusione sublime!» urla Am, gesticolando verso lo schermo del pc e agitando il libro.
«Am, non è la fine del libro quella».
«Sentiamo, cosa ne vuoi sapere tu? Le altre pagine sono un errore di battitura».
«Un errore di battitura? Mi sembrano un po' tante per esserlo» risponde Ang, perplessa e un po' preoccupata.

lunedì 21 ottobre 2013

Cioccolata calda e...

torta di Mela Avvelenata!

Sì, ormai l’autunno è arrivato e l’unica difesa contro il freddo resta sempre la vecchia ricetta della cioccolata calda, una coperta di lana e un bel libro da leggere. Oggi ne ho ben tre da segnalarvi, tutti editi dalla Mela Avvelenata.
Pronti a gustarvi questa interessante ricetta?

Il desiderio di Alina

Titolo: Il desiderio di Alina
Autore: Fiorella Rigoni
Editore: La Mela Avvelenata
Prima edizione: settembre 2013
Collana: Nodo alla gola, Romance
Formato: epub
Link:

Alina e Marco sono due vampiri e stanno insieme per convenienza.
Marco è schivo e riservato e ha escogitato un metodo alquanto fantasioso per procurarsi il sangue che gli serve per sopravvivere, evitando in tal modo di palesare l’esistenza della sua specie al mondo.
All’inizio Alina si unisce a lui, intrigata da quella trovata, ma la noia è dietro l’angolo. L’emozione della caccia, il rincorrere la preda e sentire il sangue caldo rifluirle nella gola le mancano. In balìa dell’insofferenza, il desiderio di ritornare alla sua vecchia vita diventa impellente, tanto da farle prendere in considerazione l’idea di lasciare Marco. Si rassegnerà il bel vampiro a lasciare andare Alina per la sua strada?


Non so voi, ma io ho un debole per i racconti sui vampiri. Non importa quanti ne leggo: non mi stanco mai di vedere come i vari autori riescono a rielaborare questa figura. E voi?


Bestia

Titolo: Bestia
Autore: Anna Grieco
Editore: La Mela Avvelenata
Prima edizione: settembre 2013
Collana: Nodo alla gola, Fantasy, Horror
Prezzo: € 0,99
Formato: epub
Link:http://www.lamelavvelenata.com/product/bestia-anna-grieco/

Armand credeva che i soldi potessero comprare tutto, ma si sbagliava. L’unica persona che abbia mai desiderato l’ha rifiutato. Ha perso la testa, e quel momento di follia gli è costato la galera. Quando, dopo dieci anni, esce di prigione, emarginato dalla società e da quelli che si un tempo si professavano suoi amici, la malvagità che gli scorre nelle vene spazzerà via quello che resta della sua umanità, trasformandolo in una bestia assetata di sangue, in un mostro che si macchierà delle più crudeli nefandezze. Solo il cuore puro di un’innocente potrà mettere fine a quello scempio. Il cuore puro di Angelique…


La vendetta di Isabelle

Titolo: La vendetta di Isabelle
Autore: Marta Savarino
Editore: La Mela Avvelenata
Prima edizione: settembre 2013
Collana: Romance, Storica
Prezzo: € 2,99
Formato: epub
Link:http://www.lamelavvelenata.com/product/la-vendetta-di-isabelle-marta-savarino/

Francia, 1691
Isabelle Morens lascia per sempre la sua città natale per raggiungere Versailles con il preciso intento di vendicare la morte dei suoi familiari e del suo promesso sposo, voluta e ordinata da Luigi XIV, il Re Sole. Lungo la strada incontra Jacques, che la salva da un’aggressione e la accompagna fino a Parigi, meta comune. I due giovani si innamorano e Isabelle confessa a Jacques i suoi propositi di vendetta senza però sapere che l’uomo altri non è se non il figlio illegittimo proprio del sovrano. L’uomo nasconde la vera identità non rivelandole i propri natali, né di essere il Conte di Portchartain. Una volta giunti a Parigi le loro strade si dividono. Qui Isabelle trova ospitalità presso la famiglia Arnaud, lavora come cameriera presso la locanda di loro proprietà e stringe amicizia con la figlia della coppia, Jeanne. Tra le due nasce un legame fraterno e la giovane locandiera decide di aiutare l’amica a portare a termine il suo piano. Intanto Jacques è rientrato a Corte dove lo attende il padre, il re, che ha intenzione di coinvolgerlo nel suo prossimo progetto politico, trascinando anche il Maresciallo Nicolas de Catinat.
Le vite di Isabelle, Jacques, Nicolas e Jeanne, uomini e donne di ceti sociali tanto differenti ma più simili di quanto avrebbero mai potuto immaginare, si ritrovano incrociate contro ogni aspettativa e riusciranno a cambiare un destino che per loro sembrava già scritto.
Due storie d’amore si intrecciano in questo romanzo storico ricco di suspance e colpi di scena. Ogni tassello andrà a posto e vivrete un’avventura coinvolgente, capace di trascinarvi indietro nel tempo.


Romance ambientato nella Francia del XVII secolo… sembra adatto a scaldarci in queste grigie serate, o sbaglio?

Alaisse

domenica 20 ottobre 2013

Segnalazioni

Stamattina mi sono dovuta rotolare giù dal letto: non ci sarebbe stato altro modo che mi consentisse di alzarmi. Ho aperto la finestra e… hanno costruito un muro? Quando è successo?
Nebbia. La tentazione di ritornare sotto le coperte è stata forte: si avvicina l'inverno e io mi preparo al letargo. Sono sempre più convinta di essere vergine con ascendente riccio.
Per resistere al mio sempre più seducente letto, ho deciso di dare un'occhiata alle segnalazioni che ci sono giunte. E potrei mai non condividerle con voi?

sabato 19 ottobre 2013

Become your hero(ine) #1

Allenati come Katniss Everdeen

È nata una nuova rubrica: Become your hero(ine). Come quasi tutte le nostre idee è frutto di profonde elucubrazioni... non ci siete cascati, vero? Ormai ci conoscete bene.

Tutti (sì, anche tu che fai finta di niente) abbiamo sognato di assomigliare al nostro eroe, o all'eroina, preferito. Become your hero(ine) (Diventa il tuo eroe) raccoglie tutti i segreti, dal make up allo stile di vita, dei personaggi che ammiriamo di più.



Rileggendo Hunger Games, ci siamo ritrovate a parlare della preparazione fisica di Katniss: le giornate trascorse a cacciare nei boschi l'hanno, in qualche modo, preparata ai giochi di Capitol City. Poi, in preda a vagheggiamenti incontrollati siamo arrivate alla conclusione che dovremmo imparare da Katniss.
E allora perché non iniziare dall'allentamento?

CORSA

Avete presente quegli scatti che Katniss fa nell'arena? Siete certi che l'adrenalina e la volontà di sopravvivere siano sufficienti per farvi correre così?

Prima di passare all'esecuzione completa, è importante imparare il movimento del braccio. Il gomito deve rimanere piegato a 90° circa. Il braccio deve oscillare indietro e avanti, fino a portare la mano davanti al viso.
Successivamente, marciando sul posto, sollevare le ginocchia senza superare il centro del corpo.
A questo punto, si può iniziare a saltare includendo nei passi i movimenti di braccia e gambe.

Naturalmente si tratta soltanto di una sessione di allenamento: quando il gong di inizio degli Hunger Games suonerà, dovrete correre.

PASSO LATERALE

Il passo laterale è molto semplice, ma estremamente efficace per gli spostamenti.

Il piede da spostare per primo è quello della direzione che volete prendere. Quindi, se vi volete spostare a destra, fate un passo laterale con il piede destro. Quello sinistro si riunirà a esso, completando il movimento. Andando più veloce, il singolo spostamento dovrà essere piccolo e compiuto con le ginocchia leggermente piegate. Infine, per aumentare la difficoltà dell'esercizio, compiere cambi di direzione sempre più rapidi.

PASSO LATERALE INCROCIATO

Coraggio! Non starete già lasciando perdere? Questo è l'ultimo esercizio ed è poco più complesso del precedente.

Supponiamo di volerci spostare verso destra. Con il piede sinistro supereremo quello destro, posandolo davanti a esso. Il movimento prosegue con lo scioglimento dell'incrocio. Successivamente il piede sinistro verrà portato indietro rispetto al destro, continuando a spostarsi lateralmente.
Aumentando la velocità, sarà necessario fare passi più piccoli e tenere il busto leggermente inclinato in avanti e le ginocchia flesse. Per aumentare la difficoltà, compiere rapidi cambi di direzione.

Se ancora non siete certi di voler sperimentare questi esercizi, abbiamo già una volontaria che li testerà per noi. Vai, Alaisse!

*Angharad e Amaranth si muniscono di fischietto e iniziano a impartire ordini all'altra Bella*

Per ogni informazione extra, vi rimandiamo al video che è anche la nostra fonte.

Se, invece, volete osare, qui trovate un altro video che vi aiuterà a essere agili come una delle nostre eroine preferite.

Amaranth

venerdì 18 ottobre 2013

Il Sogno dell'Incubo

Marta Palazzesi

Titolo:Il sogno dell'Incubo
Autore:Marta Palazzesi
Editore: Giunti Y
Prima edizione italiana: ottobre 2013
Pagine:488
Prezzo:12,00 euro

giovedì 17 ottobre 2013

TAG - Your Bookish Identity

Sono giorni che medito su questo tag. Il motivo principale per cui ci ho messo tanto a scriverlo è stato la mancanza di tempo, ma sicuramente anche l’indecisione ha avuto la sua parte. L’ho trovato sul blog The Bookshelf (sul cui header ho fangirlato per dieci minuti buoni, prima di notare il post del tag) e non mi sono potuta trattenere dal farlo. Il video originale da cui è stato tratto è questo e prevedeva che la settima domanda fosse su una saga che non ho letto (Northern Lights di Pullman), perciò ero rassegnata a farne solo sei. Poi Denise di Reading is believing ha fatto a sua volta il tag aggiungendo una domanda su Vampire Academy. Inutile dire che ho deciso di prenderla in prestito.
Via alle domande!

martedì 15 ottobre 2013

Sala di Lettura: Hunger Games di Suzanne Collins

Seconda tappa

«Non c'è problema, ti suggerisco io cosa puoi fare. Vincere e tornare a casa. A quel punto, non potrà respingerti, ti pare?» dice Caesar in tono incoraggiante.
«Non credo che funzionerà. Vincere... non servirebbe, nel mio caso» replica Peeta.
«E perché mai?» chiede Caesar, sconcertato. Peeta diventa rosso come una barbabietola e balbetta: «Perché... perché... lei è venuta qui insieme a me».

La prima tappa e la prima parte di Hunger Games si concludeva proprio così, provocando l'irritazione di Alaisse, che, nonostante tutto, sta terminando in questo momento di leggere i nuovi capitoli, e la trepidazione degli altri lettori.
Vi sarete sicuramente chiesti: come reagirà Katniss? Be', ora lo sapete: Katniss reagisce da Katniss. Impermeabile ai sentimenti, ottusa come pochi, non solo mette in dubbio la sincerità del suo compagno-avversario, ma si sente svantaggiata.

domenica 13 ottobre 2013

Crossed. La fuga

Ally Condie

Ero alla ricerca di una lettura con cui andare sul sicuro. A volte mi capita di non aver voglia di sperimentare qualcosa di totalmente nuovo con i rischi che questo comporta, soprattutto dopo aver avuto tra le mani due romanzi che mi sono piaciuti tanto da entusiasmarmi. (Chi mi segue, avrà già letto la recensione di High School Survival, mentre l'altro romanzo di cui parlo è ancora in attesa di essere recensito).
Per questo motivo, dopo l'esordio positivo della Condie, ho deciso di dedicarmi a Crossed. Naturalmente, se non avete letto Matched, il rischio spoiler è assicurato.

Titolo: Crossed. La fuga
Titolo originale: Crossed
Autore: Ally Condie
Traduttore: Silvia Pellegrini
Editore: Fazi
Prima edizione italiana: 16 novembre 2012
Prima edizione: Dutton Juvenile - 1 novembre 2011
Pagine: 352
Prezzo: Rilegato - € 14,90

venerdì 11 ottobre 2013

Dolcetto o scherzetto?

Viandanti!
La notte più spaventosa dell’anno si avvicina e noi vogliamo prendere parte ai festeggiamenti di Halloween nel nostro modo speciale: facendovi un bel regalo.
Giocate con noi a Dolcetto o scherzetto e il fortunato vincitore potrà scegliere uno tra questi libri in palio.
Se non li conoscete già, cliccando sulle copertine potrete leggere le nostre recensioni o le trame corrispondenti.

Come fare a partecipare?
1. Essere follower del blog e mettere mi piace alla pagina facebook
2. Lasciare un commento in cui dite che partecipate e lasciare una mail per essere contattati in caso di vincita
3. Nel commento dovrete scegliere Dolcetto o Scherzetto. Se scegliete Dolcetto, dovrete condividere con noi un’immagine o un video (presi dal web o personali, come preferite) particolarmente “dolci” o teneri. Sbizzarrite la fantasia!
Se invece scegliete Scherzetto, saremo noi a condividere con voi qualcosa di molto fastidioso: uno spoiler di una saga presa a caso. Se scegliete scherzetto lo fate a vostro rischio e pericolo!
4. Nel commento indicate quale libro vorreste ricevere in caso di vincita (Attenzione! Alcuni dei libri in palio sono in inglese)

Per avere punti in più:
1. Potete condividere l’iniziativa su tutti i social network e tornare ogni giorno per aggiungere i link
2. Se avete un blog condividete il banner qui sotto
3. Commentate la recensione del libro che vorreste ricevere in palio (basta cliccare sulla copertina per trovare la nostra recensione)



<a href="http://labellaeilcavaliere.blogspot.com/2013/10/dolcetto-o-scherzetto.html" imageanchor="1" style="clear:left; float:left;margin-right:1em; margin-bottom:1em"> <img border="0" src="http://2.bp.blogspot.com/-DDdKNsFsMKo/Ula4lnAbdcI/AAAAAAAAAcA/jXd1XdTZydk/s320/hocpoc_83514_l2.jpg" /></a>

Il gioco finisce… *rullo di tamburi* ovviamente la notte di Halloween (31 ottobre) a mezzanotte precisa! Indossate i vostri costumi più mostruosi, quindi, e vediamo di cosa siete capaci!

a Rafflecopter giveaway

Per qualsiasi domanda o dubbio scriveteci a labellaeilcavaliere@gmail.com

Le Belle

Tropical Weird: High School Survival

Allison J. Wade (Tanja Steel)

Qualche giorno fa su Italians Do It Better- Books Edition, avete potuto leggere la mia recensione su un romanzo breve che mi ha entusiasmata moltissimo. Non vedevo l'ora di parlarvene e siccome dovete vi consiglio di leggerlo, vi ripropongo le mie impressioni, edulcorate di qualche delirio e suggerimento.

Titolo: Tropical Weird: High School Survival*
Autore: Allison J. Wade *
Editore: Wade Books*
Prima edizione: luglio 2013
Pagine: 81*
Prezzo: ebook - € 0,99 *
Link d'acquisto

High School Survival è la cronaca della strage della Special School of Toho. Gli studenti della Toho, provenienti da tutto il mondo, sono stati selezionati dalla Future&Hope con un test e sono stati successivamente spediti su un'isola, lontani dal resto del mondo. In realtà nulla sembra renderli davvero speciali, persino le lezioni non hanno alcunché di particolare. La loro quotidianità, insomma, è quella di ogni altro liceale almeno finché degli uomini in nero non fanno piovere sangue e proiettili nella scuola.
Non credo sia necessario da parte mia aggiungere altro: si tratta di un romanzo breve e temo che fare anche solo un nome dei ragazzi e degli altri personaggi, che incontrerete nella scuola e sull'isola, possa influenzare la vostra lettura.
Tanja Steel esclude i toni patetici e drammatici; è, invece, fredda e carnale. Ecco che la voce narrante, una terza persona onnisciente, diventa simile a una telecamera. Per quanto possiate gridare, non sarete sentiti. Nessuno può fermare le riprese perché non è un film. Non è un gioco.
Sebbene le descrizioni siano tanto crude da mettere a dura prova gli stomaci dei lettori con più immaginazione, non mancano momenti riflessivi e delicati. Le parole dedicate a ciascun ragazzo, indipendentemente dallo spazio concessogli (non è un termine che scelgo a caso), rivelano una particolare sensibilità che crea un legame sottile con il fruitore.
Non c'è tempo, però, per le lacrime, anche se ammetto di essermi commossa più di una volta. Il ritmo è incalzante e lo stile scorrevole. Rimane, inoltre, la speranza, in netto contrasto con l'assoluta distruzione, tenuta viva da una serie di congiunzioni tra i personaggi. La speranza, quell'«Hope» che si rincorre in tutte le pagine, si mescola alla curiosità spesso morbosa di capire: chi? E perché?
High School Survival non è solo una storia e offre più possibilità di lettura: la prima volta mi sono limitata alla successione delle pagine, ma rileggendolo mi sono soffermata all'indice e mi è sembrato di cogliere qualche nuova sfaccettatura.
Ricordatevi che non avrete scelta: la Steel vi porterà esattamente dove voleva farvi arrivare. Dovrete fermarvi, ripetervi che non dovete più correre perché sentirete che non è davvero finita.

Il mio voto

4 specchi e mezzo


Amaranth

* EDIT 11/10/2016 L'edizione letta è la prima, pubblicata con Sogno Editore nel luglio 2013, sotto lo pseudonimo di Tanja Steel e con il titolo High School Survival.

Questa recensione partecipa a Tributes Reading Challenge.

giovedì 10 ottobre 2013

Gocce di magia

Ogni libro è una successione di immagini e parole. Spesso alcune di queste colpiscono più di altre, lasciandoci del libro quei ricordi che poi restano anche a distanza di anni. Questi piccoli frammenti di storie possono ricreare atmosfere ed emozioni.
Per questo, ogni settimana, condivideremo con voi un piccolo frammento di storia, nella speranza che lasci qualcosa anche in chi non l’ha ancora letta.

mercoledì 9 ottobre 2013

L'ultimo giorno di un condannato

Victor Hugo

Titolo: L'ultimo giorno di un condannato
Titolo originale:Le dernier jour d'un condannè
Autore: Victor Hugo
Traduttore: a cura di Franca Zanelli Tarantini
Editore: SE
Prima edizione italiana: 1854
Prima edizione: 1829
Pagine: 123
Prezzo: 13,00 euro

L’ultimo giorno di un condannato di Victor Hugo racconta in prima persona, come già suggerisce il titolo, gli ultimi giorni di un condannato a morte nella Parigi del primo Ottocento.
Si tratta di un romanzo veramente brevissimo che riprende alcuni temi già trattati da Beccaria nel trattato Dei delitti e delle pene, questa volta concentrandosi sul risvolto umano della pena di morte.
Del condannato a morte, infatti, non ci viene detto quasi nulla, soprattutto riguardo il crimine che dovrebbe aver commesso. Hugo si concentra sull’interiorità del personaggio, sullo stato d’animo in cui versa sentendo avvicinarsi l’ora fatidica dell’esecuzione. Ci racconta della moglie e della figlioletta che rimarrà sola al mondo. Sulla figlia, in particolare, Hugo ritorna spesso, sottolineando come la condanna a morte del padre rovinerà non solo lui, ma anche il futuro di altre persone che col crimine, in ogni caso, non avevano nulla a che fare.

Lavarsi la mani è bene, impedire che scorra il sangue sarebbe meglio.

Avendo già letto Notre-Dame de Paris mi ero aspettata uno stile più barocco, invece sono stata sorpresa di trovare una scrittura più scorrevole. Probabilmente è dovuto al fatto che in questo caso Hugo si concentra su un messaggio ben preciso contro la pena di morte e, più che narrare una storia, ho avuto l’impressione che lo scrittore cercasse di coinvolgere il lettore nella mente e nella situazione del condannato.
Quando uscì, il libro riscosse un certo scalpore, proprio per il taglio che Hugo volle dare alla narrazione. Oggi, forse, il suo messaggio è già ampiamente condiviso ma penso sia importante leggerlo e non perderne memoria. In fondo è facile dimenticare che, spesso, dietro al condannato c’è una persona e non solo un criminale.

Il mio voto

4 specchi

Alaisse
Questa recensione partecipa a Tributes Reading Challenge.