martedì 26 luglio 2016

Books'n'Roll #144

Le nostre wishlist si allungano, le TBR straripano e nuove uscite ci tentano: solo Books’n’Roll potrà aiutarci.
Questa rubrica è in cerca di consigli: diteci che cosa pensate dei libri su cui abbiamo posato gli occhi e si trovano o stanno per arrivare in libreria.



◎ In libreria ◎

Titolo: Ti ho trovato tra le pagine di un libro
Autore: Xavier Bosch
Editore: Sperling & Kupfer
Prima edizione: 21 giugno 2016
Pagine: 288
Prezzo: Rigida - € 17.90

Jean-Pierre Zanardi, gallerista della Rive Gauche e collezionista di libri, è uno spirito libero. Paulina Homs, ragazza semplice di Barcellona, arriva a Parigi per pochi giorni. È il destino a volere il loro incontro, e l’attrazione, istantanea, li lega per quattro giorni indimenticabili. Finché Paulina decide di tornare alla sua esistenza di sempre, e alla sua bambina. A distanza di anni, sarà proprio quella bambina, ormai donna, a ricostruire quella storia d’amore segreta, indizio dopo indizio: dalle lettere di Jean-Paul, cui Paulina non aveva mai risposto, ai biglietti da visita su cui Paulina scriveva «Chiamami», per poi nasconderli dentro i libri preferiti da Jean-Paul, nelle varie librerie del mondo in cui capitava, nella speranza che lui trovasse quel pegno d’amore e che il destino concedesse loro una seconda possibilità.

Xavier Bosch, nato a Barcellona nel 1967, è un giornalista molto noto della carta stampata, della radio e della tv. Autore di programmi radiofonici, racconti e gialli, si è cimentato per la prima volta come narratore di sentimenti in Ti ho trovato tra le pagine di un libro, con grande successo di pubblico e di critica. Ha vinto il prestigioso premio Ramon Llull e il romanzo è stato uno dei più venduti nella giornata di Sant Jordi, famosa festa dei libri e delle rose.

◎ In libreria ◎

Titolo: Sani da morire
Autore: Paola Rinaldi
Editore: Sperling & Kupfer
Prima edizione: 28 giugno 2016
Pagine: 288
Prezzo: Rigida - € 16,90

Il lento e abitudinario tran tran dell’estate a Chianciano è improvvisamente sconvolto dalla morte sospetta dell’ottantenne Benito. La cittadina è preparata ad accogliere qualunque evenienza dovuta all’età avanzata dei suoi villeggianti, ma non è assolutamente attrezzata per gli omicidi. Mentre un paio di scatenate vecchiette, Mercedes e Cisalpina, si improvvisano detective, il comandante Cavicchioli cerca disperatamente di scaricare il caso spinoso su qualcun altro, terrorizzato dal dover interrogare l’unica testimone dei fatti, una centenaria dalla memoria corta. Cavicchioli aguzza l’ingegno e trova l’uomo che cercava, il commissario Angiolino. Caduto in disgrazia dopo uno sfortunato scontro a fuoco e relegato al controllo della raccolta differenziata, Angiolino accetta il mandato. Alle terme, in mezzo a vecchietti vittime e vecchietti assassini, molestato da una diciassettenne decisa a perdere con lui la verginità, Angiolino inizia a capire che quello di Benito è solo il primo di una serie delittuosa, che si rivelerà molto più complicata e sorprendente di quanto potesse immaginare.

Paola Rinaldi è nata a Roma. Dopo gli studi all'Accademia di Belle Arti e al Laboratorio di Arti Sceniche di Gigi Proietti, nel 1980, non ancora ventenne, fa il suo esordio come Ofelia nell’Amleto di Gabriele Lavia, al quale fa seguito una lunga e fruttuosa carriera di attrice teatrale, cinematografica e televisiva. Sani da morire è il suo primo romanzo.

◎ In libreria ◎

Titolo: L'ultimo parallelo dell'anima
Autore: Pajtim Statovci
Editore: Sperling & Kupfer
Prima edizione: 5 luglio 2016
Pagine: 260
Prezzo: Rigida - € 18,50

Jugoslavia, Anni Ottanta. Una giovane donna musulmana è costretta a sposare un uomo che non ha mai visto prima. Nonostante questo, si sforza di essere una buona moglie, ma la vita non fa che metterla di fronte a delusioni ed amarezze. Allo scoppio della guerra, lei, il marito, i figli decidono di fuggire verso il Nord Europa. Suo figlio crescerà in Finlandia, un paese freddo e livido, dove ci si aspetta che gli immigrati accettino con entusiasmo l’ospitalità che viene loro così generosamente offerta. È difficile crescere così: strutturalmente emarginati, fisiologicamente subordinati. Se poi, oltre ad essere immigrati si è anche omosessuali, le cose peggiorano e il disagio esistenziale scava l’anima. Per questo il protagonista del romanzo si circonda di figure simboliche, surreali ma profondamente vere: un enorme serpente e soprattutto un gatto sprezzante e beffardo, che lo condurrà di nuovo in Kosovo, dove tutto era iniziato.

Pajtim Statovci (nato nel 1990) si è trasferito in Finlandia dal Kosovo quando aveva due anni. Il suo romanzo d’esordio, L’ultimo parallelo dell’anima, pubblicato nel 2014, ha ricevuto accoglienza entusiasta sia da parte della critica che dei lettori. Pajtim Statovci studia letteratura comparata e sceneggiatura all’Università.

◎ In libreria ◎

Titolo: Ti lascio per non perderti
Autore: Taylor Jenkins Reid
Editore: Sperling & Kupfer
Prima edizione: 12 luglio 2016
Pagine: 360
Prezzo: Rigida - € 19,90

Innamorarsi è la parte più facile di una storia d’amore, il difficile viene dopo. Lo sanno bene Lauren e Ryan che, insieme da undici anni, di cui sei di matrimonio, non si sopportano più. Così, decidono di prendersi una pausa di riflessione. Durata: un anno. Regole: non vedersi e non sentirsi.Per la prima volta da quando aveva diciannove anni, Lauren deve provare a vivere senza Ryan. Con l’aiuto della sua ingombrante famiglia, inizierà un viaggio alla riscoperta di sé e cercherà di rimettersi in gioco, nella vita e in amore. Ma, dopo aver imparato a stare senza Ryan, avrà ancora un senso tornare da lui?

Taylor Jenkins Reid è nata nel Massachusetts e vive a Los Angeles. Prima di cominciare a scrivere, ha fatto l’insegnante. Oggi è autrice di romanzi, saggi e programmi TV e la sua fama è in costante crescita nel panorama editoriale americano. Il suo primo romanzo, Tu, io e tutto il tempo del mondo, diventerà un film con Dakota Johnson nel ruolo di protagonista.

Che ne pensate? Vi ispira uno di questi titoli?


Angharad

Nessun commento:

Posta un commento

Lasciaci un segno del tuo passaggio.
Commenta liberamente: per noi è un piacere leggerti. ♥

Se avete scelto il nostro blog per un premio, vi ringraziamo moltissimo: è davvero un onore, ma per motivi di tempo e organizzazione non possiamo ritirarli.